Tag: tutela

Le regole del mercato libero: vademecum

Quali sono le regole del mercato libero ? Quanti le conoscono veramente? Quello che segue è un breve excursus per spiegarne il funzionamento.

Tutti i consumatori dovrebbero conoscere, perlomeno a grandi linee, il mercato nel quale si muovono per effettuare i propri acquisti e, ancora prima, le proprie scelte ed orientamenti di acquisto. Un’informazione completa ed accurata, infatti, può garantire una spesa ed un risparmio certamente più consapevoli.

Già da qualche tempo l’Unione Europea ha stabilito che qualsiasi tipo di consumatore (privato o no) può liberamente scegliere il fornitore di energia e, quindi, scegliere il tipo di offerta alla quale aderire. Allo stesso modo, un consumatore, di qualunque natura esso sia, può decidere di cambiare il proprio fornitore in qualsiasi momento, senza per questo incappare in sanzioni o penali (ma vi sono delle eccezioni da considerare).

A chiunque non eserciti alcun tipo di scelta, vengono invece applicate le condizioni economiche/contrattuali stabilite dell’Autorità.

Nel momento in cui un cliente decida di acquistare un prodotto energia (ad esempio gas), questo ha il diritto di ricevere alcune specifiche informazioni.

L’operatore che effettua il contatto e che propone l’offerta deve sempre identificarsi specificando a quale operatore del mercato appartiene e quali sono i recapiti (telefono ed indirizzo in particolare) dell’azienda proponente.

Deve sempre essere chiaro che si tratta di una proposta commerciale. Senza questo importante dettaglio non bisogna accettare mai di rilasciare informazioni o dati personali.

Prezzo, possibili variazioni dei costi nel corso del tempo, spese accessorie, durata del contratto, conteggio dei consumi, scadenza delle bollette (e spiegazione delle conseguenze di eventuali ritardi), conteggio dei consumi – Sono tutte informazioni necessarie che il cliente deve esigere in fase di stipula del contratto.

Inoltre, il consumatore deve anche essere a conoscenza dei Tempi e delle procedure per l’eventuale diritto di ripensamento e della facoltà di recesso. Degli esiti della lettura dei contatori ed eventuali problemi derivanti dalla mancata lettura.

Chi propone il contratto deve anche informare il cliente sulle procedure di gestione dei reclami e della qualità generale del servizio proposto che deve comunque rispettare determinati standard.

A tal proposito diventa fondamentale un servizio come quello di Risparmia Tu. Essendo infatti slegato da qualsiasi formula di dipendenza da tutti gli operatori presenti sul mercato, questo servizio completamente gratuito per i consumatori è in grado di offrire un’informativa completa ed accurata riguardo alle varie offerte presenti sul mercato.

Altre informazioni che è obbligatorio fornire al consumatore all’atto di stipula di un contratto di fornitura da parte di un operatore che rispetta tutte le regole del mercato libero sono:

  • Consegna di una nota informativa;

  • Consegna scheda di confrontabilità della spesa;

  • Tempi tecnici per la sostituzione del precedente fornitore ed eventuali spese legate a questa procedura;

  • Informare il cliente dell’esistenza di un’offerta PLACET per chi è parte del mercato di maggior tutela;

  • Informare il consumatore degli effetti del passaggio al mercato libero.

Queste sono le regole del mercato libero che ogni buon operatore presente dovrebbe conoscere alla perfezione e queste sono anche le informazioni che ogni cliente dovrebbe pretendere e conoscere nel momento in cui dovesse decidere di cambiare fornitore o stipulare un nuovo contratto con qualsiasi azienda presente sul mercato.

Per maggiori informazioni potete contattarci o scaricare la delibera ARG/com 104/10 in formato pdf.

Optimized with PageSpeed Ninja