Un prestito oggi per realizzare un sogno domani

---------

Avete mai pensato ad un prestito? Ai tempi dei nostri genitori, richiedere un prestito era considerato al pari della dichiarazione di una bancarotta fraudolenta. Era sempre meglio risparmiare e rimandare l'acquisto al momento in cui vi era la disponibilità di tutto il gruzzolo necessario, piuttosto che avere un debito. Tutto era legato al fatto di dover restituire la cifra senza una chiara visione degli interessi dovuti e via dicendo. E poi c'era tutto il discorso della disapprovazione sociale nell'essere considerati "indebitati". 

 E' anche vero che la necessità stessa di un prestito era notevolmente ridotta grazie ad un maggiore equilibrio tra i prezzi dei beni e i salari di quel tempo. Facciamo un esempio:  negli anni '60 una FIAT 500 costava 395 mila lire a fronte di uno stipendio medio di 60 mila. Non era così difficile comprare una macchina,quindi e pagarla in contanti facendo magari un po' di sacrifici. Riportando tutto in lire, oggi una 500 ha un costo di partenza di circa 32 milioni (16000 euro) mentre uno stipendio medio si aggira attorno ai 2,5 milioni delle vecchie lire (1250 euro). Il rapporto  quindi è passato da circa un 1/6 a circa 1/13. Chiaramente è diventato molto più difficile acquistare in contanti un auto. In questo computo, ovviamente, non abbiamo inserito tutti i costi accessori, assicurazioni, bolli, manutenzione e tagliandi vari. 

Capirete a questo punto, quindi, quanto sia diventato importante l'esistenza di Istituti di credito in grado di fornire in tempi brevi dei prestiti a tutti coloro i quali hanno bisogno di effettuare un acquisto piuttosto dispendioso senza intaccare troppo il proprio normale tenore di vita. 

Oggi tutto il procedimento è diventato molto più trasparente e ben documentato. Per legge è sempre necessario indicare il tasso di interesse rispetto alla cifra richiesta come prestito. Inoltre, i tassi di interesse non possono superare una certa soglia in proporzione al debito. 

I famosi indici taeg e taen che così possiamo definire: 

Il TAN  (Tasso Annuo Nominale),è una percentuale che indica il tasso di interesse puro sulla base dei 365 giorni.  Poi c'è il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) che indica il costo complessivo del prestito. 

Più alte sono queste percentuali, tendenzialmente più alto sarà l'interesse. Questo in base anche al numero di mesi scelti per restituire il prestito. 

Insomma, oggi non è più così terribile chiedere un prestito. Molti sogni partono così, con una modesta base monetaria che possiamo investire per realizzare ciò che vogliamo o per ottenere quello che desideriamo. 

Per quello che ci riguarda, non dovete fare altro che compilare il modulo qua sotto se desiderate ricevere maggiori informazioni e/o proposte a riguardo. 

 

Tag
Siamo sempre a tua disposizione
Chiama subito
per attivare
luce o gas
Icona telefono luce e gas
Icona telefono internet
Chiama
per attivare
Fibra o ADSL
Richiesta preventivo Personalizzato
Inserisci i tuoi dati personali per ricevere il preventivo.
Il servizio è gratuito e senza impegno
Autorizzo all'invio di proposte commerciali/consulenze via telefono con operatore, email, sms, fax, mms, messaggi su social network, autorisponditori, e/o posta cartacea, dal sito RisparmiaTu avendo letto l'informativa sulla privacy. L'iscrizione comporta l'accettazione dei termini riportati nelle "Note sulla privacy"