Cosa fare quando le bollette arrivano in ritardo?

bollette che non arrivano

Si dice che in Italia i treni non arrivino mai in orario, ma che le bollette di luce e gas appaiano con estrema puntualità nella nostra cassetta postale.
Nella stragrande maggioranza dei casi questo è vero, ma c’è una piccola percentuale di possibilità che la fattura per il pagamento dell’energia non venga recapitata.
Cosa possiamo fare noi consumatori davanti a un così strano avvenimento?

Ecco i tre consigli fondamentali del Team di RisparmiaTu

1.Siate tempestivi!

Non ricevere la bolletta potrebbe sembrare un lieto evento, ma è necessario correre ai ripari con tempestività. 
I gestori di luce, gas e telefonia, infatti, non contemplano il mancato pagamento o un ritardo oltre il limite previsto causati dalla mancata ricezione della fattura in quanto suddetto problema viene imputato non all’azienda ma ai servizi postali. 
Se la retribuzione tardiva dell’imposta potrebbe portare nella più rosea delle ipotesi all’aggiunta di un’imposta di morosità nella bolletta successiva (specialmente quando viene ignorato il primo sollecito), il mancato versamento ha tra le più terribili conseguenze la chiusura dell’utenza.
Per scongiurare il pericolo di finire nel registro dei cattivi pagatori, vi consigliamo quindi di contattare sempre il vostro gestore in caso di problemi relativi alla ricezione e di non superare i termini di scadenza per il versamento delle imposte.

2. Approfittate degli indennizzi

I gestori hanno l’obbligo di emettere le bollette entro 45 giorni dall’ultimo giorno di consumo che viene conteggiato. Qualora ciò non avvenga, il cliente ha diritto a un indennizzo.  
Nonostante quest’ultimo debba essere corrisposto in maniera automatica, con frequenza ciò non avviene e l’utente, talvolta inconsapevole, non esercita il proprio diritto di riscossione. 
Per scoprire tutti i dettagli sugli indennizzi dovuti in caso di ricezione tardiva della bolletta, vi rimandiamo all’articolo dedicato a questa tematica presente nel nostro sito.

3. Utilizzate le nuove tecnologie 

Scegliere di abbandonare la fattura cartacea ha molteplici lati positivi primo tra i quali l’assoluta certezza della ricezione. 
Usufruire delle aree clienti presenti nella grande maggioranza dei siti web dei fornitori permette non solo di visualizzare le bollette in qualunque momento, ma anche di segnalare un eventuale problema in maniera veloce e semplice. 
Ricevere le bollette via e-mail vi permetterà, invece, di risparmiare fino a 12 euro all’anno (ogni bollettino cartaceo ha un costo medio di 2 euro), di tutelare ancor meglio la vostra privacy e di salvare qualche albero in più!
 

Per qualsiasi informazione o se necessiti aiuto, contattaci utilizzando il modulo contatti

Compila tutti i campi e verrai ricontattato

Nome

Cognome

Email

Telefono

Messaggio


Immagine articolo correlato

La bolletta è arrivata in ritardo? Scopri gli indennizzi

Immagine articolo correlato

Gestore energia elettrica più conveniente

Immagine articolo correlato

Il folle prezzo della luce: come proteggersi

Immagine articolo correlato

Quali sono i migliori fornitori luce elettrica 2019?

Immagine articolo correlato

Il miglior operatore luce e gas nel 2019: come sceglierlo