Tag: cosmetica

Il codice INCI: una preziosa guida per tutti.

Il codice INCI: una preziosa guida.

Cosa significa saper leggere il codice INCI? Come sponsor dei prodotti della linea cosmetica VIVIVERDE ci siamo chiesti più volte nel corso delle nostre promozioni come la maggior parte degli uomini e delle donne scelgano i propri prodotti di bellezza. Spesso si tratta semplicemente di “simpatia” basata sulla qualità del packaging (la confezione), sulla notorietà del brand, sulla quantità di prodotto (sic!)., sull’abitudine maturata nel corso del tempo. Tuttavia, scegliere il prodotto giusto quando si tratta di cosmetica, è fondamentale. Migliaia di prodotti cosmetici contengono o non contengono elementi che possono rivelarsi, specialmente nel lungo periodo, nocivi per la nostra salute.

I parabeni, gli alcoli, l’alluminio, sono queli elementi che non dovrebbero far parte del contenuto di un prodotto cosmetico.

Ecco perché sapere leggere il codice INCI (acronimo di International Nomenclature of Cosmetics Ingredients) è fondamentale per effettuare un acquisto responsabile.

Ecco alcune caratteristiche da tenere in considerazione quindi:

1. L’ordine degli elementi. La disposizione degli elementi non è un caso: infatti quelli con maggior concentrazione vengono solitamente riportati per primi. Quindi, considerando che molti prodotti cosmetici (specialmente profumi) contengono sostanze potenzialmente pericolose, è importante che queste siano collocate in fondo all’insieme di elementi indicandone quindi una minima concentrazione.

Viceversa se un prodotto è definito come naturale, allora l’elemento costituente principale deve comparire nelle prime voci.

2. Occhio agli additivi. Additivi e conservanti sono composti chimici che vengono aggiunti alla miscela principale per garantirne la durata o per produrre determinate colorazioni, aromi o per la stessa consistenza del prodotto. Lo stesso discorso vale per i conservanti, indicati dal prefisso “CI”. E’ importante che, se presenti, siano relegati in fondo alla lista.

Altri elementi da tenere in considerazione (o meglio sarebbe bene che non fossero proprio inclusi nelle liste di ingredienti) sono tutti i prodotti derivati dal petrolio (il gruppo benzenico è infatti altamente cangerogeno): paraffine, oli minerali, petrolati, gruppi polimerici PEG e PPG. A questi aggiungiamo anche i gruppi siliconici che possono soffocare i pori (sono quei prodotti che creano delle patine lucide sulla pelle o sui capelli).

3. Allergenici. Altra categoria è quella dei prodotti allergenici. Verificate sempre la composizione di una crema viso, corpo, di un shampoo prima di applicarla sulla vostra pelle. Formaldeidi, imidazoli e prodotti affini possono rivelarsi pericolosi.

La lista potrebbe essere davvero lunga.

Ad ogni modo per saperne di più, vi invitiamo, ogni qual volta abbiate un dubbio su un determinato ingrediente presente nel prodotto cosmetico appena acquistato, ad utilizzare una preziosa guida creata da un’equipe di esperti biologi: Il BIODIZIONARIO.

Concludiamo affermando che i prodotti VIVIVERDE si ritrovano in quella categoria di prodotti che più rispettano i principi naturali e biologici. Perché? Semplicemente perché non si tratta di un’industria ma di un laboratorio artigianale dove il prodotto viene testato direttamente su chi lo produce e ne garantisce gli effetti benefici.

4 trucchi per prendersi cura dei propri piedi

Una delle parti del corpo maggiormente trascurate (soprattutto dagli uomini!) è proprio quella dei piedi. Eppure i nostri piedi, così come le nostre gambe, sono soggetti ad una miriade di sollecitazioni quotidiane, alcune di natura traumatica. Immaginiamo un uomo o una donna particolarmente dinamici, sportivi o anche lavoratori che trascorrono molto tempo in piedi. Insomma, i piedi sono quella zona che maggiormente subisce traumi e microtraumi dovuti a mille ragioni diverse. Prendersi cura dei propri piedi è un vero impegno che, tuttavia garantisce ottimi risultati.

Come prendersene cura allora?

  • Ovviamente uno dei metodi principe è quello del famoso pediluvio. Dopo una faticosa giornata di lavoro potrete immergere le vostre preziose estremità in un bagno rilassante a base di acqua e alcune manciate di sale grosso il cui effetto principale è quello di ridurre il gonfiore accumulato. Se poi deciderete per un pediluvio che alterna acqua calda ad acqua fredda avrete modo di migliorare sensibilmente anche la microcircolazione nelle gambe. Un altro elemento che potrete aggiungere è del bicabornato così come degli oli essenziali.
  • Altro trucco (più che altro una buona pratica) risaputo fin dalla notte dei tempi è l’utilizzo della pietra pomice per lo scrub delle zone ispessite dell’arto come ad esempio talloni e pianta superiore del piede. Il beneficio principale è quello di restituire al piede la sua originaria morbidezza.
  • Un terzo trucco, ma di certo conosciuto praticamente da tutti, è quello del massaggio. Un massaggio plantare è qualcosa che, se praticato da un vero esperto, può veramente regalare dei notevoli benefici, non solo al piede, ma all’intero organismo. E’ risaputo, infatti, che nella pianta del piede siano concentrati innumerevoli terminazioni nervose a capo di numerose attività metaboliche molto importanti per la nostra salute quotidiana.
  • Come ultima pratica indichiamo anche una corretta idratazione del piede, questo attraverso l’utilizzo di prodotti specifici creati appositamente per la loro cura.

Al tal proposito potete dare uno sguardo alla nostra offerta “Happyfeet” direttamente sul sito.

Un utilizzo alternato di questi tre prodotti venduti insieme in questa offerta speciale, garantisce un beneficio garantito e prolungato.

La cura dei propri piedi è importante insomma, speriamo, grazie a questo articolo, di avervi fornito alcune indicazioni utili in questo senso.

5 consigli per una pelle perfetta (a costo zero)

In questo articolo vi forniremo 5 consigli per una pelle perfetta che abbiamo individuato per voi. Risparmia Tu – La tua guida al risparmio sicuro è attenta a tutti quei settori nei quali il consumatore può e deve ottenere il massimo risparmiando.

La cura della pelle è un aspetto fondamentale che ciascuno di noi deve prendere seriamente in considerazione quando si viene a parlare di benessere duraturo.

La pelle è la prima interfaccia con il mondo esterno, quindi soggetta a migliaia di stimoli tutti i giorni e a tutte le ore. Freddo, caldo, polvere, pioggia sono solo alcuni degli agenti esogeni che possono influire sulla qualità della pelle. A questi ovviamente si aggiungono tutti quelli endogeni legati allo stato di salute generale dell’organismo. La verità è che possiamo in qualche modo influire su tutti questi elementi operando delle scelte opportune: migliorando ad esempio il nostro stile di vita, cambiando l’alimentazione, utilizzando prodotti cosmetici adeguati alle nostre esigenze, sfruttando trattamenti estetici precisi e mirati, effettuando check-up medici (il dermatologo) quando lo si ritiene necessario.

Può suonare strano ma la cura della pelle è qualcosa che interessa donne e uomini in ugual misura oggi. Se un tempo questo aspetto era ad appannaggio quasi esclusivo del genere femminile, oggi la tendenza è sensibilmente cambiata e questo fenomeno interessa profondamente anche il genere maschile.

Ma come promesso, ecco 5 consigli per una pelle perfetta semplici ma preziosi

  • 1. Tipo di pelle. È importante conoscere il proprio tipo di pelle. Questo è un consiglio fondamentale per tutte quelle persone che vogliono migliorare il proprio aspetto. Fatevi aiutare eventualmente da un professionista che, dopo un’approfondita analisi, vi indicherà le caratteristiche principali della vostra pelle e quindi il trattamento più adeguato alle vostre esigenze.
  • 2. Rimani sempre idratato. Bevi spesso. Si tratta di un consiglio semplice che non costa praticamente nulla. Una pelle idratata significa una pelle sana e pulita.
  • 3. Riposa. Altro consiglio economico questo. La pelle, come tutto il resto dell’organismo, ha bisogno di risposo per rigenerarsi come si deve. Microtraumi, piccole lesioni e altri problemi minori accumulati durante la giornata, vengono “curati” durante le ore di sonno. Riposando a sufficienza tutto l’organismo vi ringrazierà.
  • 4. Protezioni solari. Avete una pelle particolarmente chiara? Usate protezioni solari che impediranno alla pelle di disidratarsi e rovinarsi. Questo è uno dei segreti per una pelle giovane a lungo termine.
  • 5. Un consiglio nella scelta dei prodotti. È sempre preferibile utilizzare un prodotto alcool free. Non conoscendo le percentuali di concentrazione di questo  elemento (potenzialmente nocivo) presente nel prodotto scelto, è meglio sempre sceglierne uno direttamente senza. L’eccesso di alcool (come l’etanolo) distrugge lo strato di grasso protettivo e secca la pelle esponendola ai rischi esterni.

Un ulteriore consiglio BONUS è quello di evitare prodotti grassi (come i latticini) e consumare alimenti (frutta in particolare) con un alta percentuale di vitamine come A, C ed E . Secondo alcuni anche l’acido salicilico (quello contenuto nell’aspirina) può essere utile per curare lo stato di salute della pelle.

Ovviamente è un prodotto che richiede un utilizzo attento in quanto influisce sullo stato della pressione sanguigna causandone l’abbassamento. Inoltre, prodotti di origine naturale (come la famosa saliva di lumaca), secondo recenti studi nell’ambito della cosmetica, hanno un effetto veramente portentoso per quello che riguarda la rigenerazione della pelle e la preservazione del suo stato.

Questi sono i 5 consigli per una pelle perfetta a costo zero presentati da Risparmia Tu che vi aiuteranno a migliorare lo stato della vostra pelle.

E voi? Come curate il vostro aspetto? Quali pratiche adottate per preservare la vostra pelle?